Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Come ho già scritto lo scorso anno, la festa di Halloween non nasce in America ma ha origini antichissime rintracciabili in Irlanda, quando la verde Erin era dominata dai Celti ed Halloween corrispondeva  al Samhain, il capodanno celtico.

Il nome Halloween (in irlandese Hallow E’en), deriva dalla forma contratta di All Hallows’ Eve, dove Hallow è la parola arcaica inglese che significa Santo e quindi la vigilia di tutti i Santi, dove l’importanza della vigilia è molto presente nei paesi anglofoni, in cui diverse feste sono accompagnate dalla parole “Eve”, tra cui la stessa notte di Capodanno, “New Year’s Eve”, o la notte di Natale “Christmas Eve”…  Ognissanti, invece, in inglese è All Hallows’ Day.

Anche se alcuni studiosi hanno rintracciato le origini di Halloween nella festa romana dedicata a Pomonadea dei frutti e dei semi – o nella festa dei morti chiamata Parentalia, in realtà è una ricorrenza che – senza dubbio – affonda le sue radici in tempi assai remoti, tant’è che solo nell’840, la festa di Ognissanti fu ufficialmente istituita il 1º novembre mentre era Papa Gregorio IV, il quale – molto probabilmente – scelse questa data con l’intento di creare una continuità col passato, sovrapponendo la nuova festività cristiana a quella più antica… infatti prima di allora in Inghilterra, Ognissanti veniva già festeggiato il 1º novembre.4-7

Antichissima è pure la consuetudine del travestirsi che risale addirittura al Medioevo e si rifà alla pratica tardo medievale dell’elemosina, quando – in Irlanda e Gran Bretagna – la gente povera andava porta a porta a Ognissanti e riceveva cibo in cambio di preghiere per i loro morti il giorno della Commemorazione dei defunti.

Tutto di Halloween è un insieme di varie credenze, usi e tradizioni, compreso il simbolismo di questa festa deriva da differenti costumi nazionali, opere letterarie gotiche e horror, ma anche film classici dell’orrore nonché di  elementi che richiamano la stagione autunnale, come le zucche, le bucce del grano e gli spaventapasseri.

Sappiamo che la festa di Halloween ha origini e storia antichissime rintracciabili nell’Irlanda dominata dai Celti ed Halloween corrispondeva  al Samhain, il capodanno celtico.

Quando gli irlandesi emigrarono numerosissimi negli Stati Uniti a causa della terribile carestia dell’800,  anche questa loro tradizione è stata poi esportata nella nuova terra, ma – col tempo – è stata spogliata dal reale significato originario diventando, soprattutto negli ultimi anni, una mera festività di carattere consumistico, con tipici festeggiamenti che durano interi weekend in tutti gli stati di influenza anglofona per dar vita ad una nuova inutile tradizione di divertimento, tipica di una gioventù cresciuta.1

Così in USA, Irlanda, Australia, Regno Unito e Italia Halloween viene festeggiato come una “festa del costume”, dove party in maschera e festeggiamenti tematici superano anche il tipico valore tradizionale del “dolcetto o scherzetto”, usanza per cui i bambini vanno travestiti di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle o qualche spicciolo con la domanda “Dolcetto o scherzetto?”  e che in realtà – anticamente – significava  anche “sacrificio o maledizione”.

Annunci