Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Quale data migliore se non quella odierna, per dar vita ad un nuovo Topic tutto dedicato all’eleganza ed alla raffinatezza, senza tralasciare un po’ di grazia e femminilità?

Il 5 maggio del 1921 viene presentato per la prima volta in pubblico, uno dei profumi  più celebri della storia, Chanel Nº 5. chanel

Fragranza voluta da Coco Chanel e commissionata al chimico Ernest Beaux, che miscelò essenze naturali di gelsomino e di rosa di Grasse con delle altre sintetiche, un mix grazie al quale il profumo persisteva molto a lungo, cosa non usuale ed assai innovativa per l’epoca, sia perché i profumi in genere necessitavano di essere utilizzati in grandi quantità per durare, sia perché allora i profumi femminili erano basati principalmente sull’essenza di un unico fiore… così il provocante bouquet creato per lo Chanel n° 5, risultò un profumo totalmente nuovo, che non assomigliava a nessun altro in commercio ma che – soprattutto – nemmeno, poteva essere riconducibile a nessuna specifica essenza conosciuta.

Anche il nome del profumo era innovativo: quando,  all’allora trentottenne Coco,  fu chiesto che nome intendesse dare alla fragranza, Chanel – da sempre affascinata dal numero cinque – scelse tra i ventiquattro campioni a lei sottoposti, proprio la provetta indicata con quel numero rispondendo:
“Presento la mia collezione d’abiti il 5 maggio, nel quinto mese dell’anno e quindi lascerò che questo campione numero cinque conservi il nome che già ha, sarà di buon auspicio.”

mm2Il profumo ottenne un immediato successo e, nel tempo, diventò persino sinonimo di classe e status symbol per le donne di tutto il mondo, soprattutto dal dopo la guerra, quando Marilyn Monroe – durante un’intervista – ne diviene la più grande testimonial dichiarando: “What do I wear in bed? Why, Chanel n° 5, of course.”

“A woman who doesn’t wear perfume has no future.”
(Coco Chanel)

Annunci