Tag

, , , , , , , , , , , , , , ,

Da qualche giorno è uscito – in formato e-book – il libro dell’Alchimista di Parole alias Paolo Consales:  un Uomo in grado di saper scrivere di tutto con particolare e forte emotività… scrittore per hobby da sempre, ha – finalmente – fatto il grande salto e pubblicato il suo primo libro.

footSullo sfondo di una Londra con le sue infinite tonalità di grigi settembrini –  ma che, qui l’autore, sembra ridipingere col suo raccontarla per trasportare il lettore proprio lì, tra le strade, i profumi ed i rumori londinesi – si dipana un susseguirsi di ricordi, pensieri, rimpianti, rimorsi ed emozioni che anticipano l’attesa di un ultimo incontro tra Luca ed Iris dopo due anni di distanza dall’addio e da un reciproco simulato dimenticarsi.

A dieci Passi da Te – questo è il titolo del romanzo – è la storia di un amore concluso ma senza una vera fine, perché – cito – “le persone cambiano, crescono e ci si perde”.

Il romanzo non è solo la narrazione di un amore, ma è molto di più: è la descrizione intensamente lucida che Consales fa con sapiente maestria, di sentimenti ed emozioni nei quali ciascun lettore può ritrovare qualcosa che ha vissuto, sentito e provato, perché per tutti c’è sempre – prima o poi – un  “dopo in cui resta il vuoto che si fa sentire come qualcosa che sparisce per sempre.”(cit.)

Per l’occasione, mi son permessa di ricontattare l’autore e “provare” a fargli qualche domanda… ed eccolo,  ancora con la sigaretta sempre accesa e l’aria stile Bukowski ed ancora – mi dice – sempre più accanito tifoso dei Millwall Football Club e sempre con Londra nel cuore.

Memore della ritrosia con cui affronta le interviste, gli faccio un sorriso (che lui pare ricambiare, ma non ci giurerei n.d.r.) e ci provo:

gÈ finalmente uscito il tuo libro, come vivi questo momento?
Beh è senz’altro emozionante vedere pubblicato un mio scritto anche perché ho raccontato sensazioni che mi hanno commosso nello scriverle e spero che chi comprerà e leggerà il mio libro, possa appassionarsi allo stesso modo.

Raccontaci del libro.
E’ un libro nato in un momento particolare della mia vita, era un periodo in cui avevo molto da dire ed esprimere e l’ho fatto mettendo tutto su carta, raccontando ciò che sentivo. Diciamo che è stato come fare un viaggio dentro me stesso.

Questo viaggio introspettivo dentro di te, ti ha reso un pò più estroverso… o è solo la passione per ciò che hai scritto che ti rende meno insofferente (questa volta n.d.r) all’intervista?
Un tempo ero più estroverso, poi con gli anni causa esperienze passate sono per certi versi cambiato, ma adesso anche grazie all’incontro con una persona, ci sto lavorando… certo le interviste un pò mi imbarazzano, ma sto facendo del mio meglio.

Fa un mezzo sorriso (forse)… in effetti sono sorpresa ed allora azzardo altre due domande… senza soffermarmi sul fatidico incontro.
Darai a Luca ed Iris altra vita con un nuovo romanzo?

No, non credo; penso sia una storia conclusa ma chissà, nella vita mai dire mai.

Chi sono, a parer tuo, i tuoi lettori ideali?
Bella domanda… credo chiunque abbia voglia di emozionarsi leggendo.

Ridiamo entrambi ed anche per questa volta apprezzo l’ulteriore sforzo e lo ringrazio con un “thank you”, lui si rilassa… fa un altro mezzo sorriso e mi saluta col solito “to you”… se ne va e riaccende la sigaretta accantonata giusto il tempo della nostra chiacchierata…

Potete seguire Paolo Consales sulle pagine Facebook dellAlchimista di Parole e del suo libro A dieci Passi da Te.