Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sono il nemico che non vorresti incontrare nel tuo cammino: quell’incubo dove hai fretta di svegliarti… sono reale, ma vivo solo in una notte: quella che fa gioire bambini e scambiare pacchi.

Fiuto la mia preda: l’odore della solitudine umana è quella più intenso, così seguo le ignare vittime… possono nascondere alla gente quel che portano dentro con un sorriso esterno, ma solo io so leggere i pensieri e tradurre il cuore.

La mia ultima vittima: capelli ricci e carattere più complesso di una matassa da sgrovigliare… sapeva essere dolce, ma l’orgoglio l’aveva portata via dal vero amore.

6Così dopo quei rintocchi, tanto attesi, mi intrufolai nei suoi pensieri… cadde in un coma momentaneo e nell’astrattezza di un sogno iniziai a torturarla: occhi colpiti da aguzze punte, epidermide scorticata e, nel delirio di vedere scorrere quel sangue, leccai bene tutto per assaporare con lentezza.

Conclusi con un colpo al cuore: lo stesso che lei aveva regalato a lui che non smetterà mai d’amarla.

(Giuseppe Parisi)

Annunci