Tag

, , , , , , ,

Chi l’avrebbe mai detto che lo “strumento principe del sapere” sarebbe diventato quasi obsoleto, eppure quel leggero suono dato dalle pagine al loro sfogliare, misto all’odore di carta ed inchiostro, pare, affascini sempre meno, mentre la tecnologia prende continuo sopravvento sul vecchio caro libro.

bksCerto, l’importante è leggere ed imparare, ma, il calore, l’intimità e l’atmosfera di una qualsiasi storia letta dai fogli di carta di un libro, è – senz’altro – tutta un’altra cosa, un’altra emozione e poi c’è quel mutamento graduale, quasi magico, che trasforma i libri letti, in qualcosa di unico, personale e familiare… è come fosse un tutt’uno col lettore, come fossero immersi entrambi in un’aurea di magia intrisa d’emozioni e sensazioni che li isola da tutto e tutti e che si rinnova, puntualmente, ogni volta che la lettura riprende e/o ricomincia.

Ma il tempo passa, le cose cambiano e tutto diventa – prima o poi – fuori moda ed antico, salvo poi ritornar a nuova vita non appena qualche fantomatico esperto di stili e tendenze, si accorge della qualità e raffinatezza superiore dell’oggetto in questione,  annoverandolo come oggetto di culto in quel calderone  misto di cose d’ogni genere, che è il così detto Vintage.

In attesa di riveder qualche libro in più e meno ebooks e/o ipad sia nelle sale d’attesa, che nelle spiagge, sui treni, sugli aerei ed ovunque era solito – invece – scorgere qualcuno in compagnia di un buon libro, io continuo arcaicamente a preferire l’olezzo ed il peso della sorpassata carta.

Annunci